Vuoi parlare con noi?  Chiama il numero verde 800767832

3 cose che ti aiutano a sbrogliare una giornata complicata

3 cose che ti aiutano a sbrogliare una giornata complicata

Ci sono giorni, capitano a tutti, che richiedono i salti mortali. Vorresti fare “avanti veloce” e svegliarti già a domani, perché prevede un’agenda moto più semplice, mentre oggi vorresti solo rimanere a letto.

Di solito le giornate così si concentrano intorno a impegni già previsti con largo anticipo e che magari di per sé richiedono solo un po’ di programmazione: può essere un appuntamento speciale di lavoro, una trasferta impegnativa, la presentazione di un progetto.

Poi succede che si aggiunga qualcosa di altrettanto importante e di cui non puoi influenzare la data, perché magari non dipende da te, per esempio ti anticipano una scadenza o finalmente ti fissano quella visita medica che aspettavi da tempo.

E infine a complicare le cose arriva l’imprevisto, per esempio qualcuno si ammala, si rompe un tubo in casa o c’è uno sciopero dei mezzi che prevedevi di usare. Conosci la sensazione?

Noi ce l’abbiamo ben presente, infatti settimana scorsa abbiamo messo insieme nella stessa giornata:
– una convention aziendale dove in 2 ore si presentava a 170 persone un nuovo progetto
– il cambio data di una visita medica a 180 km di distanza ( più i 180 che servivano a tornare)
– un figlio (minorenne) influenzato
…insomma in un attimo una giornata complessa si è trasformata in una matassa ben ingarbugliata: cosa  si può fare in un giorno così per non perdere la testa e riuscire a fare tutto? Ogni situazione probabilmente richiederà delle attenzioni speciali, ma questi 3 passaggi si adattano alla maggior parte delle circostanze:

  1. Rivedi le priorità – in altre parole vuol dire che oggi hai tempo solo per le cose indispensabili e tutto il resto dovrà essere rimandato, ma non lasciarlo nel limbo: per quanto possibile decidi quando lo farai verosimilmente e se coinvolge altre persone, mettiti almeno d’accordo sul momento in cui deciderete il nuovo appuntamento. Perciò segna in agenda le nuove date, fai le telefonate che servono, dopo di che non pensarci più molto, ti farebbe solo abbassare la concentrazione. Non hai bisogno di abilità particolarmente sofisticate: è il momento di sfoderare del sano realismo.
  2. Riassegna i compiti – a (quasi) tutti noi piace crederci insostituibili, ma in verità molto probabilmente c’è qualcun altro che se ne può occupare: è il momento di attaccarsi al telefono, chiedere e scambiare favori, fidandoti del fatto che presto avrai occasione di ricambiare, perciò metti da parte gli scrupoli. Dopotutto probabilmente lo stai chiedendo a persone che ci tengono a te.
  3. Respira COME SE – usare il tuo respiro come un interruttore in grado di abbassare lo stress e alzare la sensazione di calma è più semplice di quanto credi: respira COME SE avessi tutto il tempo del mondo, COME SE fosse già tutto a posto, COME SE avessi già fatto tutto e bene. L’agenda rimane esattamente la stessa, ma ti avrà aiutato a mantenere lo stress entro livelli accettabili e ti avrà permesso di fare tutto con la concentrazione necessaria.

 

Sì: del respiro parliamo sempre volentieri perché negli ultimi 20 anni lo abbiamo messo alla prova in ogni modo possibile e ne abbiamo scoperte delle belle, è un argomento che troverai spesso nei nostri articoli e il modo migliore per rimanere aggiornati è iscriverti alla newsletter:

  • Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.